Filippo Puglisi - caro dottore nino sottile,non dimenticherò mai ogni volta che ci incontravamo o che ci sentivamo al telefono la battuta che mi diceva:esauritu ca fattu to vivau.poi ci scambiavamo due chiacchiere e mi dava dei consigli per proseguire i lavori perchè lui ci teneva tanto.comunque non la dimenticherò mai . saluti alla famiglia [2009-08-31 22:08:59]

Maria e Michele Liloia - caro Nino, anzi "Ninuzzo" come ero solito chiamarti affettuosamente nel corso delle rare ma intense telefonate, mi é decisamente difficile pensare che sei "dall'altra parte, nascosto nella stanza accanto" come dice Holland: Eppure quanto Daniela mi ha chiamato per dirmi di te, ho avuto un momento di vertigine, un attimo di smarrimento, perché non riuscivo, non volevo credere a quello che mi si diceva.Nonostante la lontananza, tanti, troppi ricordi e le comuni passioni univano noi e le nostre famiglie; la tua forza, la tua bonaria ironia, il carattere allegro e gioviale e la tua determinazione ti rendevano l'amico su cui potevi sempre contare. Nell'ultima telefonata non traspariva nulla di quello che poi doveva accadere ed è per questo che quanto mi comunicava Daniela sembrava ancorpiu' solo un brutto incubo. Ora leggendo il pensiero dei tanti amici che avevi non scopro nulla di nuovo, anzi vedo confermato la bella idea che mi ero fatto di te. Eri, anzi sei, perchè tu sei sempre presente, l'amico che tutti sognavamo di avere. Spero che questo messaggio, in qualche modo, possa superare la "barriera" dei nostri mondi e renderti partecipe di quello che pensiamo di te. A Franca, Daniela e Loredana, noi vi siamo molto, molto, sentitamente vicini col cuore. [2009-07-11 22:03:47]

Russo Francesco - Caro Prof. non dimenticherò mai i suoi prezioni insegnamenti di vita ed il suo rapportarsi con i giovani che, come me, ne hanno fatto tesoro. Lei mi è sempre stato vicino anche nei momenti per me difficili, cosa che non potrò mai dimenticare. GRAZIE! Ciao mio Prof.! [2009-07-03 18:17:06]

Famiglia Pino - Un uomo esemplare e rispettoso, l'abbiamo conosciuto negli ultimi anni, ed è da ricordare per il suo modo di fare. Lo salutiamo come sempre salutava noi: "I nostri rispetti". [2009-07-01 13:51:17]

Rosario e Vittoria Barresi - Ricordo sempre con affetto Nino:l'amico,il collega,il ''Compare'',l'uomo. Mi ritornano in mente molte immagini di pesante vita universitaria quando in momenti di grande difficoltà riusciva con le sue tipiche e originali battute a sdrammatizzare infondendo al gruppo nuove energie e voglia di proseguire. Le lunghe file alla mensa della Casa dello studente diventavano meno tediose grazie al suo umore sempre positivo. E poi come non ricordare l'antivigilia del Natale del 1974 quando nel rientrarea a casa per le festività decidemmo di raggiungere Mazzarà S.Andrea passando per i Monti Peloritani.Raggiunta Portella Mandrazzi ci imbattemmo in una nebbia fittissima.Allo sgomento iniziale lui reagì così:scese dalla macchina e mi guidò a piedi per oltra 2 Km sempre scherzando. Ma questi sono solo alcuni dei numerosi aneddoti che potrei raccontare. Ma Nino oltre ad essere sempre solare era uno studente responsabile e un esempio da imitare. Purtroppo i fatti della vita non ci hanno permessso una frequentazione più assidua e provo grande rammarico per non aver potuto dimostrare appieno la grande stima e amicizia che nutrivo nei suoi confronti. Un abbraccio a Franca,Daniela e Loredana. [2009-06-27 22:58:47]

Carmelo Franza - Grazie per l’emozione che mi avete donato. [2009-06-26 07:58:51]

Grazia Fragali - Presi dalle cose di tutti i giorni spesso ci si dimentica di quali siano le più importanti, ma tuo padre non le dimanticava mai, cara Daniela... il suo viso sereno era la testimonianza di quella pace interiore che solo chi ama anche le cose più piccole riesce a trovare... sono sicura che tu e Loredana farete tesoro di questo enorme insegnamento... un abbraccio. [2009-06-25 18:12:45]

Mauro Sbaraglia - Mi sono commosso a rivedere Nino in foto.E' una cosa bella .Con la mia nuova società che sta per partire potremmo pensare ad istituire un premio scientifico alla sua memoria. Ne parliamo. Saluti a voi tutti. Mauro. [2009-06-25 12:52:01]

Sottile Antonino Falcone - Io, Nino “grande”, non so come ringraziare tutti voi per avermi dato la possibilità di trascorrere quella notte insieme a Nino. Per me è stata l’ultima occasione di vederlo. Quella sera abbiamo ricordato i vecchi tempi, da quando eravamo piccoli fino a quando siamo diventati adulti. Abitavamo in c/da Mulinazzo, io al piano di sopra e lui al piano di sotto; i nostri padri, quando giocavamo insieme ci chiamavano Nino “grande” e Nino “piccittu”. Col passare degli anni siamo cresciuti e ognuno di noi è andato per la sua strada. Con Nino abbiamo sempre collaborato e ci ha aiutato tanto con i suoi consigli tecnici e amichevoli. Grazie… Ciao Nino Piccittu.. Ti ricordiamo sempre con affetto, sei sempre nei nostri cuori. Ognuno di noi nella nostra famiglia ha qualcosa da ricordare, eri una persona molto allegra e scherzosa , sempre pronto e disponibile con tutti. Grazie per i tuoi insegnamenti. I cugini Nino, Silvana, Salvuccio, Rosario, Lorenza. [2009-06-25 12:41:06]

Renato Manganaro - Siamo stati compagni di scuola in quel periodo di acerba e fugace giovinezza. Ricordo la tua generosità nell'aiutare tutti noi, avrei voluto conoscerti meglio ed oggi rimpiango di non averti potuto frequentare. Rimani comunque sempre nel mio cuore come un caro e buon compagno, Ciao Renato [2009-06-24 18:31:33]

Emanuela Saffioti - Mi ritengo onorata e privilegiata per aver conosciuto il dott.Sottile! Una persona sempre sorridente, umile e pieno di passioni in tutti i campi e, in specil modo in quello agronomo! Ricordo con profondo affetto le chiacchierate fatte in sua compagnia, i consigli che dava, che personalmente custodirò gelosamente, nella consapevolezza che lui continua ad essere presente nei nostri cuori, nel sorriso e negli occhi delle figlie e delle persone che lo hanno amato! Tutte la parole di questo mondo non sono sufficienti ad esprimere l'affetto per una persona così speciale! [2009-06-24 10:06:29]

Pippo Bartucciotto - Cara Daniela, permettetemi voi familiari di ricordarlo così: "Ciao Nino, amico sincero, leale, sensibile all'infinito..." [2009-06-23 16:29:43]

Antonino Agnello - Caro Nino, ti racconto tutto quello che avrei voluto dire alla prima occasione che ci saremmo incontrati.Potrebbe essere il titolo per un racconto di vita vissuta:i nostri sogni, i nostri desideri, le nostre speranze,le nostre preoccupazioni sul domani... Quante cose belle ricordo di Te: la tua tenacia, la tua passione, la tua fede incrollabile, la tua forza di volontà, la tua fiducia, il tuo rispetto per gli altri, la tua semplicità nel riconoscere le qualità degli altri,le nostre origine agricole,i nostri desideri di aiutare l'agricoltura...Quanti confronti schietti e leali. Grazie per tutto quello che ci hai insegnato, per le riflessioni che ci hai offerto, per l'esempio che ci hai offerto. Quanti semi hai seminato nei nostri cuori con delicatezza che cresceranno e noi tutti saremo impegnati a riconoscerli per noi e per gli aaltri.Tu ne saresti stato capace, avresti vinto anche questa difficile battaglia. [2009-06-23 11:42:39]

Tonino Fracassi - Evocare un ricordo di Nino mi rammenta una bella poesia di Ignazio Buttitta: "Non ti stancare di strappare spine, di seminare all'acqua e al vento: la storia non miete a giugno, non vendemmia ad ottobre; ha una sola stagione: il tempo." [2009-06-23 10:25:03]

Uno dei due ladroni - Ho visitato il sito ieri notte all'una ma non ho trovato la forza di scrivere. Ci sto provando adesso, con molta fatica ma con tanta serenità, la stessa che Tu sapevi trasmettermi ogni volta che si stava insieme. Mi manchi, ci manchi tanto, anche se il tuo ricordo è sempre presente. Quando andiamo in montagna, e non solo, Tu sei sempre accanto a noi, non possiamo non richiamare alla nostra mente tutti i tuoi insegnamenti, le battute scerzose, le magistrali lezioni di botanica che Tu, dall'alto della tua umiltà, ci davi senza far pesare il tuo ruolo. A Te devo la passione per la raccolta dei funghi, a Te il rispetto per i boschi. Sei stato e rimarrai un maestro di vita e di scienza. Ti voglio bene. Daniela, Loredana, Vito, Francesca avete fatto una cosa meravigliosa, lo meritava Nino, lo meritavano i suoi amici. [2009-06-22 22:48:39]

Zuccarello. - Purtroppo ciò che arriva senza essere chiamato è destino al quale nessuno di noi può sfuggire. Coraggio, il nostro cuore è con voi e il nostro dolore è unito al vostro. Fam. Gaetano Zuccarello. [2009-06-22 21:02:23]

Peppe - Ninuzzo, sono sicuro che stai vedendoi miei occhi lucidi e percependo il nodo che mi porto in gola. Ti ho conosciuto tardi, ma i pochi anni di frequenza li sento moltiplicati per 1000, per quello che mi hai dato, per quello che mi hai lasciato per gli insegnamenti verso le piccole cose che mi hai dato. Lodarti profesisonalmente non ne ho le competenze, ma tu sai quanto mi manca la tua professione. Ci sentivamo "quasi" tutti i giorni, avevo sempre qualcosa da chiederti, entrambi capivamo che molte volte erano anche scuse per sentirci. Se per qualche giorno non ci sentivamo, sentivo squillare il telefonino (SOTTILE NI mi compariva...... come compare oggi quando chiamno Danila e Franca).... sentivo te con la nostra frase convenzionale "AVIA N'AMICU", proprio il sentire, il percepire la voglia che avevamo di sentirci. Avevi dato un senso a tante nostre cose, ad esempio non andiamo a Roma da 2 Anni, chi ci porterebbe in giro per la Città di Notte senza Patente ? Rendevi ogni cosa simpatica, piacevole....... ma sopratutto mi hai insegnato avivere serenamente tante cose. Mi hai avviato alla passione per i funghi, sono rimasto principiante, quante risate, quanti insegnamenti nei Boschi. Mi accanivo nella ricerca, con Benedetto partivamo di notte, e tu mi dimostravi sempre come invece con calma i rsultati venivano lo stesso. Ninuzzo, sei sempre nei nostri pensieri, non c'è attimo, non c'è aneddoto, non c'è situazione che con Benedetto e con Michele non ti ricordiamo, ti chiedo scusa per le prugne e l'albicocca che ti ho portato, ma ti saresti arrabiato con un orchidea ....... i tuo valori erano e rimangono anche questi. "avia n'amicu" ... ce l'ho ancora, ci sei per sempre !! Peppe [2009-06-22 12:25:05]

Daniele Favaro - favaro daniele. Da quando ci siamo conosciuti per lavoro, si è sempre dimostrato un maestro, ma soprattutto un amico, lui col sorriso risolveva i problemi, e dava sempre il consiglio giusto ma soprattutto lezioni di vita.Una delle migliori persone che abbia mai conosciuto, quasi un padre, ha lasciato un vuoto incolmabile, cosi repentiva la sua fine da non sembrare vera, sarà per sempre nei cuori e nei pensieri di chi l'ha conosciuto. [2009-06-22 12:16:25]

Ignazio Scimone - Ho avuto il piacere di conoscere il dott. Sottile per motivi di lavoro, ed il privilegio di trascorre in sua compagnia delle serate (poche) in cui la discussione spaziava su tutto, anche perchè condividevamo la passione per la natura.La su perdita ha lasciato un grande vuoto in chi lo ha conosciuto ed apprezzato. Un caloroso abbraccio ai suoi cari. [2009-06-22 11:43:02]

Giuseppe Cicciari - E' con tanto affetto che ricordo NIno, un uomo sempre disponbile, solare , pieno di risorse e qualità .. e soprattutto ricordo sorridendo che mi ha sempre suggerito di sposarmi con la ragazza che amo.. e spero che presto questo avvenga..un saluto giuseppe.. [2009-06-22 11:42:23]

Toto Leone - come si fà a dimenticare Nino?Prima che collega all'ESA,è stato un caro amico .Abbiamo condiviso tante cose insieme ,dal concorso all'esa ,alle tante riunioni di lavoro e infine alle infinite discussioni riguardante il comune contenzioso intrapreso contro l'esa.Un amico sincero ,affettuoso e disponibile con tutti.Ricordo le sue battute ironiche e il suo sapere ascoltare sempre le ragioni degli altri.Il tuo ricordo rimarrà per sempre nel mio cuore e stai tranquillo che sei ancora tra tutti noi che ti abbiamo voluto bene. C I A O [2009-06-22 10:20:34]

Enza Sottile - Erano passati pochi mesi da quella sera di agosto che c'eravamo incontrati in piazza in una sera di festa, dopo anni che per strade diverse non c'eravamo più visti.All'improvviso una telefonata che mi sconvolge......Non posso dimenticare la mattina a Linate, l'incontro in una situazione che mi ha straziato dentro, ma allo stesso tempo quello sguardo pieno di speranza e la felicità di quell'incontro....Sono passati diversi giorni cercando di sdrammatizzare, alleviare quella situazione che incupiva i nostri cuori. Tutti avevamo quella triste consapevolezza di quello che si stava consumando un giorno dietro l'altro, ma non si parlava si comunicava con gli sguardi e ci si comprendeva con delle sensazioni che non si possono spiegare con le parole perchè non esistono parole che possano descrivere ciò che si prova si pensa......Sono felice di aver avuto la possibilità di poterti stare vicino anche se per poco caro quggino mio,così ho potuto sentire le tue sagge parole, la tua docezza con i tuoi figli e la tua cara moglie, e tutti i complimenti che mi hai fatto con una tenerezza indescrivibile...Quella espressione con quegli occhi lucidi e le tue mani che hanno accarezzato il mio viso dicendomi "ti voglio bene" sono rimasti marcati nel mio cuore.E' così che io ricordo un Grande.......Grazie per quello che mi hai regalato. Enza Sottile. [2009-06-22 09:25:02]

Nuccio Mandanici - Come ogni mattina, prima di iniziare la giornata, guardo la mia casella di posta elettronica e comincio a rispondere a tutto quello che ruota intorno alla mia attività e agli amici. Ma ci sono email che non vorrei mai scrivere, storie che non vorrei mai raccontare e che faccio del tutto per evitare. Eppure, terminato lo smarrimento e l'incertezza, realizzi che qualcosa devi dire e scrivere, possibilmente, che possa superare lo sconforto, il nulla. Il mio amico dottor Nino Sottile è scomparso da un anno. E' venuto meno all'affetto dei suoi cari e per quanto mi riguarda di tutti i suoi amici. Non è più con noi. L'ultima volta che ci siamo visti nel marzo del 2008, come al suo solito al vedermi mi apostrofava "direttore" quale buon vento..... un modo ironico che ci accompagnava ormai da tempo nel salutarci. Non voglio parlare del dott. Nino Sottile per le capacità professionali che lo rendevano "unico" nel settore florovivaistico, capacità che sono venute meno a tutti gli operatori del settore ..(vedi lo sconforto che gira intorno), ma voglio senza dilungarmi lasciare un pensiero del Nino Sottile uomo. Persona "umana" che quando si trattava di dare consigli, li elargiva a 360° dal settore professionale a quello personale. Doti che in poche persone ho riscontrato, quindi da renderlo quasi unico. L'anno scorso, un'ombra agghiacciante, un silenzio irreale e rumoroso, si sono, dai primissimi momenti impadroniti, come tiranni spietati, della mia vita e degli amici comuni di Nino. E forse per questo tutto non sarà più lo stesso. Ripenso a un grandissimo poeta del Novecento (io sono molto scarso nello scrivere e nel ricordare le letterature) ma questo mi è rimasto impresso. Diceva: "ognuno sta solo sul cuor della terra trafitto da un raggio di sole ed è subito sera". Per Nino però la sera è giunta troppo presto, maledettamente presto. E allora ripensi al suo volto sereno e a tutti i progetti di cui si parlava, e ti chiedi perchè??? e capisci che è impossibile solo abbozzare una risposta. Eppure, nella tragicità straziante di quei momenti ti rendi conto di come tutto sia importante. Soprattutto, comprendi che tutto ciò che ci accompagna, opprime ed esalta nei travagliati giorni che caratterizzano il fluire della vita di ciascuno di noi è di una desolante e ridicola inutilità. Borges diceva: " si muore veramente quando anche l'ultima persona che ci ha amato chiude gli occhi per sempre..:" Quanto vivrai, allora NINO??? Tanto, amico, tanto e che la terra ti sia lieve..... Questo sento nei confronti del dott. Nino Sottile. Il resto sono chiacchere. Un saluto alla famiglia. L'amico Nuccio Mandanici [2009-06-22 08:51:10]